FANDOM


Principale

Chapter 8
Sesta Stagione, Ottavo Episodio
Ahs-chapter-8-lee-confession.png
Informazioni Episodio
Data di trasmissione

3 Novembre, 2016

Scrittori

Ryan Murphy, Brad Falchuk

Guida Episodio
← Precedente
Chapter 7
Successivo →
Chapter 9

Chapter 8 è l'ottavo episodio della sesta stagione di American Horror Story. La prima diretta TV americana dell'episodio è avvenuta il 3 Novembre 2016 sui canali Fox.



TramaModifica

Dalla finestra, Shelby e Dominic assistono impotenti alla morte di Agnes. Dominic, che non vuole essere ammazzato per un dannatissimo show, cerca di fuggire assieme a Shelby attraverso le gallerie sotterranee della casa. Nella galleria però i due vengono ostacolati dal demone della misteriosa e inquietante ragazza-burattino, dalla pelle candida e i capelli scuri come la pece. I due cercano di rinchiudere la ragazzina nella galleria, ma la bambina riesce a seguirli fino alla cantina. Dominic si ferisce ad un mano, e i due sono costretti a fare ritorno alla casa, dove, in salone, vengono puntati dai furiosi fantasmi della sorelle Jane e da Piggy Man. Non c'è più via di scampo, nessuna via d'uscita e dopo la morte di Matt, Shelby inizia a perdere la speranza. Dominic cerca di ridarle la speranza, dicendole che lei riuscirà ad ottenere la sua palestra di yoga e lui il suo spin-off, a patto che restino uniti. I fantasmi riescono a fare crollare il lampadario del salone al pavimento e Shelby si ferisce ad una gamba. Shelby inizia a piangere disperata. E' tornata al punto di partenza, non ha più un posto dove andare e adesso ha anche ucciso l'unico uomo che abbia amato. Afferrando un coltello si squarcia la gola, suicidandosi.

Per fare delle fettine di carne molto sottili, serve una lama tagliente come il rasoio. E' questo ciò che Mama Polk spiega a Lee prima di lacerarle nuovamente la carne del braccio sinistro, mentre Jether le filma con la sua telecamera e fa loro delle foto per poi potersi toccare le parti intime mentre le riguarderà dopo. Dopo di che, Mama incarica Jether di raccontare a Lee la storia della propria famiglia. Era il 1929, i tempi della depressione. Nessuno aveva da mangiare e l'unica cosa che abbondava erano i barboni vagabondi che rubavano ai Polk quel poco che avevano. Avevano macellato il loro ultimo maiale e si erano fatti un ottimo pasto. Così i Polk li catturarono uno ad uno, e decidendo che non avrebbero mai più sofferto la fame, mangiarono delle loro carni. Da allora, per i Polk il cannibalismo divenne una tradizione. Lee cerca di minacciarli dicendo che il cannibalismo è un reato punibile con la morte nel Nord Carolina, ma Mama le racconta che la polizia è sul loro libro paga da anni, nessuno può toccarli, questo è il loro vero potere. Dopo di che, incoraggia Jether a tagliare da Lee un bel pezzo di filetto per la mamma e il ragazzo inizia così a incidere a fondo. Poche ore dopo, quando Mama ha abbandonato la stanza, Lee scopre che Jether le ha tagliato persino un orecchio. L'organo sarà il suo tipico regalo di Natale, assieme ad un barattolo di melassa. Durante la loro conversazione, Lee capisce che il ragazzo è il più volubile e maltrattato dei tre fratelli. Jether avrebbe voluto comparire nel reality TV, proprio come i suoi fratelli, ma il suo personaggio non fu scritturato per la serie. Lee gli racconta però che stanno girando un nuovo show, e che se lui la aiuterà, lo porterà in TV, facendolo diventare famoso. Jether le spiega che nella sua famiglia solo Kincaid Polk ottenne questo tipo di fama. Lui portava i maiali al mattatoio a Chicago, al mercato del bestiame. Nel 1880 all'Esposizione Universale, si mise una maschera da maiale in testa e iniziò a macellare la gente; fu così che nacque Piggy Man. Li appese, li sgozzò e li scuoiò a testa in giù nella vasca da bagno, diventando una leggenda. Filmandola in un video, Jether riesce a fare ammettere a Lee di avere ucciso il marito Matt. Puntando sull'ingenuità del ragazzo, Lee lo seduce, e infine riesce a liberarsi dalle corde che la tengono legata e a colpirlo fino ad ucciderlo.

Dominic assiste impotente al suicidio di Shelby, e implora Sidney, davanti alle telecamere, di aiutarlo.

I fratelli Polk torturano Audrey e Monet, cercando di strappare loro i denti per farci delle collane. Queste collane, li proteggono dal non bruciare. Quando infatti La Macellaia fa bruciare le sue vittime, tutto ciò che rimane di loro oltre che alla ceneri, sono i denti, candidi e intatti. Mentre Cain cerca di prelevare qualche dente da Monet, la sedia della donna si rompe e le corde che la tengono legata si sciolgono. La donna riesce a neutralizzare uno dei fratelli colpendolo ripetutamente alla testa. Dopo di che cerca di liberare Audrey, ma sentendo la voce di Mama Polk avvicinarsi, fugge via, promettendo alla donna di ritornare a prenderla. Mama Polk manda immediatamente i suoi figli ad inseguirla, mentre lei si occuperà di Audrey. La donna sta per iniziare a cavarle tutti i denti quanto Lee, armata di un martello, entra in stanza e la colpisce in faccia, neutralizzandola per qualche secondo. Lee riesce a liberare Shelby, e la donna notando che Mama Polk si sta riprendendo, afferra il martello che Lee stringeva tra le mani e colpisce la signora Polk fino a fracassarle il cranio, accecata dalla rabbia. Lee e Audrey riescono a tornare alla casa attraverso un passaggio segreto che le porta in un ripostiglio. Con orrore, Lee scopre che Matt è stato assassinato in questa stanza. Lee inizia a piangere ininterrottamente sul suo cranio fracassato, ma Audrey, nonostante sia partecipe del suo dolore, la intima a proseguire perchè qualunque cosa lo abbia ucciso è ancora in questa casa.

Tra gli alberi, Monet cerca di nascondersi dai Polk filmandosi con il telefonino. La luce della telecamera però lo fa scoprire, e Monet inizia a correre via inseguita dai due fratelli.

Audrey porta Lee nella camera da letto di Shelby per farla stendere sul letto e medicarla. Shelby va' a prendere un pò d'acqua in bagno, e proprio qui ritrova il cadavere di Shelby, ancora sanguinante. Lee la raggiunge in bagno. Nascosto in un angolo, Dominic rivela loro che si è suicidata. Lee gli domanda chi abbia ucciso Matt, e Dominic le risponde che è stata sempre Shelby. Sia Audrey che Lee però fanno fatica a credere alle sue parole, perchè l'uomo stringe tra le mani l'arma con cui la donna si è suicidata. Così, le donne lo cacciano dalla stanza, chiudendosi dentro a chiave. Poco dopo, Dominic viene ucciso dallo spirito di Piggy Man, con una serie di coltellate al petto. Pensando che l'uomo abbia realmente ucciso sia Matt che Shelby, Lee lascia che il fantasma operi la sua sentenza, lasciando la porta della camera chiusa. Al mattino, dopo qualche ora di sonno, le donne si risvegliano, ancora meravigliate di essere vive. Entrambe hanno ucciso delle persone la scorsa notte, e alla fattoria c'è un video che lo prova. Le donne sono così costrette a tornare alla casa dei Polk per potere distruggere quella registrazione. Uscendo per la porta principale, le donne incontrano Piggy Man. Le due iniziano a gridare, ma l'uomo si toglie la maschera rivelando di essere Dylan, l'attore che ha interpretato Ambrose White assieme a loro in "My Roanoke Nightmare".

CastModifica

Cast PrincipaleModifica

Cast RicorrenteModifica

Special Guest CastModifica

Guest CastModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale