FANDOM


Principale

Chutes and Ladders
Quinta Stagione, Secondo Episodio
MV5BMjA4MjE0OTgyMF5BMl5BanBnXkFtZTgwOTQyNjY5NjE@. V1 SY1000 CR0,0,1503,1000 AL
Informazioni Episodio
Data di trasmissione

14 Ottobre, 2015

Scrittori

Ryan Murphy, Brad Falchuk

Direttori

Ryan Murphy

Guida Episodio
← Precedente
Checking In
Successivo →
Mommy

Chutes and Ladders è il secondo episodio della quinta stagione di American Horror Story. La prima diretta TV americana dell'episodio è avvenuta l'14 Ottobre 2015 sui canali Fox.


TramaModifica

Il corpo di Gabriel viene rinchiuso dentro a un materasso ricucito, lasciando scoperta esclusivamente la testa. A un bacio sulle sue labbra da parte di Sally, il ragazzo si risveglia. Poco dopo però, Sally ricuce anche la sua testa, intrappolandolo per il resto della sua eternità. Agnetha invece è ancora imprigionata al piano di sotto, mentre i bambini della Contessa bevono il suo sangue, le sue grida di aiuto però sono udibili un tutto l'albero attraverso il condotto dell'aria. Il suo corpo viene successivamente lanciato da Liz attraverso delle spesse tubature che percorrono tutto l'hotel in una stanza segreta e inaccessibile, nella quale si gettano tutti i cadaveri.

Nel loro appartamento, Donovan rivela a Elizabeth che si drogava perchè voleva fuggire da sua madre, ma grazie a lei e al suo "dono", non dovrà più farlo. Insieme la coppia beve le ultime gocce del sangue di Agnetha. Elizabeth lo esorta a prepararsi per assistere alla sfilata del signor Drake allestita nell'hotel. L'uomo però, geloso delle attenzioni che Elizabeth rivolge a Will, decide di non volere partecipare. Delusa dal suo comportamento, la donna si ritira nelle sue stanze.

Dopo un consulto medico al figlio della signora Eddison, Alex le rivela che il bambino ha il morbillo e consiglia alla donna di farlo vaccinare al più presto. Nella sua stanza di albergo, John si risveglia nuovamente alla presenza di bambino che, molto simile al suo Olden, lo fissa. John cerca così di seguirlo tra i corridoi, ma proprio come l'ultima volta, ne perde le traccie. Osservando la sua espressione sconvolta, Sally, seduta al bar, gli rivela che in questo hotel succedono molte cose strane, sopratutto di notte. Per calmare i suoi nervi, Liz, la barista, gli offre un drink. Sally e John si presentano l'un l'altro, e la donna gli racconta qualcosa della sua storia, rivelandogli che per lei l'eroina è come una fetta di paradiso, luce pura, perfezione assoluta. John invece le racconta dell'ultima volta che si era ubriacato, in seguito ad un omicidio plurimo dovuto a intossicazione da monossido di carbonio; pochi giorni dopo, avvenne la scomparsa del piccolo Olden.

In Hotel, Will accoglie l'amica e inviata di "Vogue Magazine" Claudia Banks, che descrive l'albergo come "una puttana che è rimasta troppo alla festa". La sfilata di Will è quasi pronta e la donna ha intenzione di rimanere per tutta la settimana. Claudia si mostra molto interessata al detective John Lowe, che desidera passare un pò di tempo libera con la figlioletta Scarlett. La bambina però vuole partecipare alla sfilata e così, fa amicizia con Lachlan, il figlio di Will. Tutti i residenti sono invitati, ad esclusione di Sally, che fa addirittura una scenata all'ingresso implorando di potere entrare. Will e Claudia però pensano bene di cacciarla via date le sue condizioni pietose. All'arrivo di Elizabeth e Donovan, la sfilata può ufficialmente iniziare. A sfilare in passerella c'è anche il rinomato e dall'animo turbato modello Tristan Duffy, dal quale ci si aspetta sempre qualcosa di poco ortodosso. Il ragazzo cattura immediatamente l'attenzione dei presenti, e in particolare quella di Elizabeth. Aggredendo un uomo tra il pubblico, Tristan viene fatto tornare immediatamente nei camerini, dove inizia farsi di eroina. Will entra per rimproverarlo, ma Tristan gli rivela di non volere essere più un modello. Lachlan porta Scarlett nelle luminose cantine dell'hotel dove dei bambini dai capelli chiari, dormono in delle bare di vetro. Tra questi, Scarlett riconosce proprio il suo fratellino scomparso, il piccolo Olden.

Tristan invade gli appartamenti di Elizabeth e Donovan in cerca di cocaina, ma Donovan lo scopre e usano la forza, lo costringe a fermarsi. L'uomo sta per bere del suo sangue, quando arriva Elizabeth a fermarlo. Aggirandosi per i corridoi del Cortez, Tristan arriva fino al 7°piano dove incontra il signor James Patrick March. L'uomo, che rivede se stesso nell'oscuro e infelice Tristan, una volta possedeva tutto, ricchezza, fama, ma alla fine non era mai veramente soddisfatto. La signorina Hazel Evers porta in stanza una donna, una prostituta e James desidera che Tristan la uccide, per assaporare la sensazione che si prova nel togliere la vita a qualcuno. Tristan però si rifiuta di farlo e fugge via. Deluso dal comportamento del giovane in cui aveva riposto tante speranze, uccide la donna di suo pugno e incarica la signorina Evers di pulire le lenzuola. Durante una corsa disperata e in cerca di aiuto tra i corridoi bui del settimo piano, Tristan si imbatte in Elizabeth, che lo trascina in ascensore con lei.

Scarlett racconta ai suoi genitori che Olden è ancora vivo e che vive al Cortez, ma Alex ancora profondamente addolorata per la perdita del figlio, mette subito in punizione la bambina e inizia nuovamente a litigare con John.

Elizabeth contamina Tristan con il suo virus, e il ragazzo inizia a capire cosa voglia dire non invecchiare mai. E' bellissimo, il suo volto rispecchia la perfezione assoluta e se potesse, si "scoperebbe da solo". I due iniziano a baciarsi, ma il loro bacio diventa qualcosa di più ed iniziano a spogliarsi sempre più desiderosi di contatto fisico, accecati dal piacere che ne consegue. Dopo avere fatto sesso nella vasca da bagno Elizabeth spiega a Tristan le regole che dovrà rispettare se vorrà sopravvivere nella sua nuova condizione. Ha un sistema immunitario potenziato, non potrà ammalarsi mai; ma un proiettile potrà comunque ucciderlo, per cui dovrà essere furbo. Non dovrà mai bere il sangue dei morti; evitare i malati, i deboli e gli infetti; perchè il sangue cattivo è come una brutta influenza o peggio. Il sole non lo ucciderà, ma farebbe meglio ad evitarlo, perchè gli farebbe perdere vitalità. L'unica cosa che potrà distruggerlo adesso, è la sua stessa imprudenza. Dopo di che, Elizabeth invita Tristan a non innamorarsi di nessun'altra, perchè il suo cuore adesso, appartiene solo a lei. Dopo un altro rapporto sessuale, i due iniziano a conoscersi meglio. Elizabeth è nata nel 1904 e l'epoca che ha amato di più è stata la fine degli anni '70, era la regina delle discoteche e della notte, poteva camminare tra gli uomini liberamente, senza pregiudizi. Donovan entra in stanza, e vedendoli in intimità esige delle spiegazioni. Elizabeth ha intenzione di mettere fine alla loro relazione e Donovan non prende per niente bene la notizia. Donovan disperato ripete di amarla, ma Elizabeth gli consegna un insegnamento prezioso: non è il loro virus o le persone che si scopano a renderli ciò che sono, ma le delusioni d'amore, e più sono grandi e meglio è. Così dicendo invita l'uomo a fare le valigie e a imparare dalle sue esperienze. Adesso è Tristan il nuovo giocattolino di Elizabeth, e Donovan dovrà imparare a farsene una ragione.

John intima Iris a raccontargli tutto ciò che di strano e misterioso avviene all'interno del Cortez. L'uomo ha visto delle "cose" e adesso vuole delle spiegazioni. Iris gli racconta che il primo proprietario dell'hotel si chiamava James Patrick March, e che l'uomo ha messo ogni atomo della sua malignità nella costruzione del Cortez. Patrick si era fatto strada da solo e non era sempre stato ricco, così snobbato dalla società, si trasferì a ovest dove costruì un monumento che celebrasse l'eccesso e l'opulenza per potere soddisfare il suo particolare appetito. All'interno dell'hotel fece costruire pareti di amianto per non fare sentire le urla delle proprie vittime, dei vicoli ciechi per inseguirle ed un sistema di passaggi segreti per potere uccidere tutti coloro che odiava e sbarazzarsi dei loro corpi tramite camere e scivoli segreti senza destare sospetti. Iris la definisce come una stanza delle torture progettata alla perfezione. La signorina Evers invece, sua stimata collaboratrice e governante, si occupava di ripulire le lenzuola sporche del sangue delle vittime e di ripulire le scene del crimine qual'ora c'è ne' fosse bisogno. La donna diceva di potere pulire qualsiasi macchia per il signor March, usando un ingrediente segreto, l'amore. James però era negligente nel fare il suo lavoro e una domenica, venne scoperto dai federali e denunciato. Disperati, James e la signorina Evers decisero di suicidarsi assieme. Il signor March aveva anche una moglie, Elizabeth, e quando lui se ne andò, lei ereditò tutti i suoi milioni. Iris rivela così a John che la camera n°64, quella in cui lui alberga, era lo studio del signor March e lo invita ad ampliare i suoi orizzonti e la sua mentalità, se vuole davvero sperare di capire cose succede nell'hotel.

Tristan, grazie ad un'applicazione di incontri gay, riesce a portare all'hotel la sua prima vittima. Il ragazzo in questione si presenta nella hole dove riconosce Tristan. I due salgono in ascensore, e violentemente, mordendosi il labbro inferiore a vicenda, iniziano a baciarsi. Tristan lo porta nell'attico della Contessa, e grazie all'aiuto di Elizabeth lo sgozza, e i due bevono insieme del suo sangue.

CastModifica

Cast PrincipaleModifica

Cast RicorrenteModifica

Special Guest CastModifica

Guest CastModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale